opac, catalogo, online,servizi, biblioteca, sebina

MACERATA - Biblioteca Musei Civici 'Amedeo Ricci'

Via Don Minzoni, 24

62100 Macerata

Contatti:

Referente: (Responsabile) Alessandra Sfrappini

Tel.: 0733 256505

Fax: 0733 256354

E-Mail: pinacoteca@comune.macerata.it

Sito Web

Facebook

Servizi:

Wi-Fi

Accesso disabili: Accesso totale

Orari

dal 01/01 al 31/12

Lunedì:
10:00 - 13:00
Martedì:
10:00 - 13:00
Mercoledì:
10:00 - 13:00
Giovedì:
10:00 - 13:00
Venerdì:
10:00 - 13:00

Altre informazioni

SERVIZI OFFERTI:

Scaffali aperti


Prestito Interbibliotecario


Fotocopiatrice self-service


Computer con connessione internet


Attività di reference


Scanner


Dall’aprile del 2012, i Musei Civici di Palazzo Buonaccorsi hanno attivato un servizio di biblioteca rispondente alle indicazioni del D. M. 10 maggio 2001 - ambito VII, secondo cui il museo dovrebbe dotarsi di un centro in cui sia "raccolta e resa accessibile la produzione editoriale e multimediale scientifica e divulgativa relativa all'ufficio, alle collezioni e agli artisti presenti al museo, nonché quella acquisita per dono, scambio o acquisto".

La raccolta libraria, intitolata ad Amedeo Ricci, è composta da pubblicazioni riguardanti:

  • la museologia;
  • la gestione/tutela/valorizzazione dei beni culturali; le carrozze e gli argomenti affini cioè cavalli, ippica e viaggi;
  • l'iconografia e la storia dell'arte;
  • i vari musei e/o collezioni d'arte italiane e straniere;
  • le mostre e i premi artistici (tipologia preponderante);
  • i bambini e i musei cioè libri per avvicinare all'arte i bambini o libri per bambini che riguardano l'arte e/o i musei;
  • la storia e la geografia della Provincia di Macerata.

Sono inoltre presenti:

  • 23 libri, pubblicati tra la fine dell'Ottocento e la prima metà del Novecento, donati nel 1962 da Pieralberto Conti e riguardanti i cavalli;
  • 5 tesi di laurea riguardanti i musei o gli artisti maceratesi.
  • I libri pubblicati in occasione di mostre o premi artistici.

Il patrimonio librario è stato catalogato mediante il Sistema di Classificazione Decimale Dewey (CDD), utilizzata anche per la collocazione a scaffale.
L'adozione di questo metodo ha permesso di esplicitare in modo esaustivo le varie tematiche trattate e la collocazione a scaffale, è ordinata per soggetto, così come avviene in diverse biblioteche specialistiche.

In sala sono disponibili 8 sedute e una postazione multimediale con accesso alla rete.